www.RADIONDISTICS.com

 

 
Nuclear? No, thanks! - Nucleare? No, grazie!
 

Planning a trip to Sicily?  Then, make sure you won't be feeding the Mafia!

Pizzo-free travel - brought to you by the ADDIO PIZZO's guys
Home   English version   Prodotti Scientifici   Prodotti per le Radiocomunicazioni   Contattaci    

Se hai un interesse scientifico in materia di fisica della radio, visiona questo sito internet nell'ordine consigliato!

    

La mia opera tecnico-scientifica e' dedicata alla memoria di Nikola Tesla, Antonio Meucci  ed a tutte le Creature viventi vittime di oppressione e di ingiustizia.

Francesco Errante

Radiondistics works for globalized peace & prosperity !

L'ingiustizia e' indivisibile. Un'ingiustizia da qualche parte e' una minaccia alla Giustizia ovunque!

Martin Luther King Jr.

    

Note autobiografiche dell'autore.

Sono un fisico sperimentale ed un ingegnere radio-elettronico, ho avuto i miei primi approcci con i rice-trasmettitori radioelettrici all'età di anni 8. Da oltre un quarto di secolo, sono impegnato in un programma di ricerca scientifica, autofinanziata, volta all'indagine della fisica della radiazione hertziana e dei fenomeni radio-elettrici. Trasferitomi in Gran Bretagna verso la fine dell'anno 1988, ho fatto rientro in Italia nel Marzo del 1999 a causa di una disgrazia capitata alla mia famiglia. Sebbene non senza difficoltà, ho continuato le mie ricerche in Italia, ove, invece di trovare sostegno ed assistenza, ho trovato le istituzioni consorziate per il mantenimento del rachitismo tecnologico dell'Italia e specialmente delle sue aree depresse. Non posso non ricordare le parole di mio padre che essendo stato, per oltre vent'anni, un ispettore generale (con carica e funzioni) dell'Ente di Sviluppo Agricolo (ESA), presso la Sede regionale di Palermo, si riferiva alla stessa come "Ente di Rachitismo Agricolo".

Visit www.uibm.gov.it and enter Francesco Errante in the search box to see all of my patents, or verify it directly from the European Patent Office archive HERE !

Molti credono che in Italia non si faccia ricerca, ma la verita è che in Italia si ricerca molto... si ricerca molto specialmente su come rubare soldi allo Stato, all'Unione Europea ed anche ai privati cittadini, col pretesto della ricerca scientifica.
Guarda! ->

Filmato dell'indagine giornalistica sullo stato della ricerca scientifica in Italia condotta da Riccardo Iacona

...ed ancora -> 2009, La scuola tagliata - di Riccardo Iacona   

...ed ora -> 2010, LA SCUOLA FALLITA - di Riccardo Iacona   

 

E come se non bastasse, quando gli Istituti di ricerca scientifica pubblici riescono ad ottenere dei fondi e raggiungono dei risultati fruibili, l'Italia si fa rubare anche la proprieta' intellettuale!   Guarda! --->

Filmato del servizio di indagine giornalistica di Angelo Saso per Rainews24, intitolata: "Rapporto quarantuno".
Link all'articolo da dove poter scaricare i documenti a cui si fa riferimento nel filmato: http://www.rainews24.rai.it/ran24/inchieste/19102006_rapporto41.asp

nonché una eloquente rappresentazione teatrale, de "Il Gruppetto", circa la bassa considerazione riscossa dall'istruzione personale, nella scala dei valori della moderna famiglia media italiana.

Ed ancora...

Ed ancora...

 

Approfitto di questa gradita occasione per esprimere tutto il mio sdegno nei confronti del governicchio Berluschifo che vorrebbe poter stabilire anche su cosa fare ricerca scientifica, in modo da finanziare i programmi di ricerca delle multinazionali col denaro pubblico.

 

Libera scienza in libero Stato
di Margherita Hack,
Edizione Rizzoli.

Non solo siamo fra gli ultimi in Europa nelle materie scientifiche, ma quando riusciamo a formare un vero genio in genere gli mettiamo in mano una valigia e lo mandiamo a far del bene all'estero. perché in Italia la ricerca proprio non vuole funzionare? Per due motivi, entrambi ben radicati nella storia e nel costume nazionali. Da un lato scontiamo una cronica quanto inspiegabile paura della scienza e delle sue potenzialità, e dal caso Galileo alla battaglia contro l'analisi preimpianto degli embrioni molta responsabilità spetta alla Chiesa e al suo vizio di dettare legge in un Paese che pure si professa laico. Dall'altro lato ci si mette lo Stato che da destra a sinistra taglia i fondi all'università, spreca le scarse risorse, ingarbuglia le carriere accademiche senza peraltro riuscire a sottrarle ai "baroni". Così, mentre da ogni parte si decanta l'importanza dell'innovazione per la crescita del Paese, nei fatti chi dovrebbe produrla viene ostacolato con ogni mezzo: concorsi macchinosi, precariato a vita, stipendi da fame e, perché no, obiezione di coscienza. Storie di ordinaria contraddizione in un sistema che cola a picco. Margherita Hack dedica questo libro all'analisi delle condizioni di una ricerca che non ha più nè Stato nè Chiesa su cui contare. Passa al vaglio le riforme che si sono succedute sotto quattro governi, denuncia gli errori ricorrenti e le troppe incongruenze, mette in luce gli esempi positivi incontrati nel corso della sua carriera e infine propone qualche idea.

 

Paul Dirac, Nobel prize laureate

Paul Adrien Maurice Dirac, Nobel prize in physics, year 1933

"Non capisco perche' mai continuiamo a parlare di religione", disse una volta Paul Dirac.
"Se siamo onesti — e in quanto scienziati, dobbiamo esserlo — dobbiamo ammettere che qualsiasi religione e' un miscuglio di false asserzioni, prive di ogni fondamento reale. L’idea stessa di Dio e' un prodotto dell’immaginazione dell’uomo. Capisco perfettamente che l’uomo primitivo, più esposto alle travolgenti forze della natura, abbia personificato queste forze, mosso dalla paura. Ma oggi, che conosciamo tanti fenomeni naturali, non abbiamo più bisogno di queste soluzioni. Vi assicuro che non riesco a capire in cosa puo' esserci utile postulare l’esistenza di un dio onnipotente. Quello che capisco e' che tali ipotesi non porta ad altro che a sterili interrogativi, come il perche' Dio permetta cosi' tanta miseria e ingiustizia, lo sfruttamento dei poveri da parte dei ricchi e tutti gli altri orrori o altri mali che Egli avrebbe potuto facilmente evitare? Se la religione viene ancora tramandata, sappiamo benissimo che cio' avviene, non perche' la religione ci convinca, ma per tenere tranquille le classi subalterne. E' più facile dominare i popoli timorati piuttosto che quelli insoddisfatti che protestano; ed e' anche più facile sfruttarli. E' già stato detto: la religione e' come una sorta di oppio: i popoli si cullano con sogni visionari dimenticando le ingiustizie e lo sfruttamento reali. Di qui l’alleanza tra le due grandi forze politiche dello Stato e della Chiesa. Entrambe trovano comoda l’illusione che un Dio buono ricompensi — se non in questo mondo, nell’altro — coloro che non si sono levati contro l’ingiustizia ma che si sono sottomessi docilmente e magari con gratitudine ai doveri che vengono loro imposti. E questo e' il motivo per cui asserire onestamente che Dio e' solo una creazione dell'immaginazione umana e' considerato come il peggiore di tutti i peccati mortali".

 

Adesso, a danneggiare attivamente l'immagine della ricerca scientifica in Italia, si sono aggiunte anche le nostre stesse università!

Overwhelmingly enthusiastic boffins
managed to make a world-wide
unvoluntary hoax announcement.

Alcuni teorici naïve del Dipartimento di fisica ed astronomia dell'Università di Padova e dell'Istituto svedese di fisica spaziale si sono coperti di ridicolo dopo aver rivendicato di aver trovato il modo per forzare i fotoni a seguire una traiettoria elicoidale a guisa di vortice circolare, nello spazio libero, facendo semplicemente rimbalzare un fronte d'onda piano, convenzionalmente generato da una porzione di un riflettore paraboloidale "appositamente" distorta (mostrato in basso).

 

Alcuni teorici naïve del Dipartimento di fisica ed astronomia dell'Universita' di Padova e dell'<em>Istituto svedese di fisica spaziale</em> si sono coperti di ridicolo dopo aver rivendicato di aver trovato il modo per forzare i fotoni a seguire una traiettoria elicoidale a guisa di vortice circolare, nello spazio libero, facendo semplicemente rimbalzare un fronte d'onda piano, convenzionalmente generato da una porzione di un riflettore paraboloidale

Alcuni teorici naïve del Dipartimento di fisica ed astronomia dell'Universita' di Padova e dell'<em>Istituto svedese di fisica spaziale</em> si sono coperti di ridicolo dopo aver rivendicato di aver trovato il modo per forzare i fotoni a seguire una traiettoria elicoidale a guisa di vortice circolare, nello spazio libero, facendo semplicemente rimbalzare un fronte d'onda piano, convenzionalmente generato da una porzione di un riflettore paraboloidale

Inoltre, hanno asserito che cosi' facendo, più segnali radio portanti con identica frequenza possono viaggiare sullo stesso percorso, con lo stesso verso, per mezzo di traiettorie a vortici circolari differenti tra di loro solo per l'angolo di fase dei loro vortici, ognuno dei quali capace di trasportare pacchetti indipendenti di informazioni, facendo intendere che sia possibile ottenere più canali sulla stessa frequenza.
In base alle informazioni che ho raccolto, sono stati condotti alcuni esperimenti, seriamente mal concepiti e mal realizzati dal Gruppo italo-svedese ed eseguiti con l'assistenza di alcuni radio amatori italiani al posto di riconosciuti specialisti delle microonde. Il Gruppo, mancante delle dovute competenze, ha clamorosamente mancato di comprenderne i risultati e gli errori commessi. Inutile dire che il loro "esperimento" sulla laguna veneta si é rivelato un fiasco!
Tutta la vicenda é descritta qui!

 

Cio' premesso, io, Francesco Errante, fù Vincenzo (classe 1920, Partigiano) e di Margherita Caminita, nato a Palermo il 18.08.1969, a mezzo del presente sito Internet (www.Radiondistics.com), desidero rivelare alla comunitá intellettuale internazionale, agli studiosi ed agli studenti, ai tecnici ed ai radioamatori ed a tutti coloro che ne possano trarre beneficio, le mie scoperte in materia di fisica delle radio-onde e gli strumenti scientifici da me ideati e realizzati per le relative verifiche sperimentali, nonché i miei prodotti per il pronto impiego nelle radiocomunicazioni.
NB. Tutto il materiale presente in questo sito è protetto dalle leggi sui brevetti industriali e dalle leggi internazionali sul diritto d'autore e la proprietá intellettuale.

Visita www.uibm.gov.it ed immetti Francesco Errante nel campo di ricerca per vedere tutti i miei brevetti, o verifica direttamente sul sito dell'Ufficio brevetti europeo, QUI !

Le mie scoperte d'interesse scientifico:

  • Dipolo aperto a 1/2 onda: un'antenna... anzi due! leggi

  • Il bilanciamento fisico (simmetricita') delle antenne o la presenza di un piano di terra naturale od artificiale non costituiscono condizioni indispensabili perche' si verifichino risonanza ed irradiazione in un trasduttore radio-elettrico. leggi

  • Dipolo ripiegato a 1/2 onda: un'antenna... anzi due! (BIS) leggi

  • Sistema a zero perdita per la generazione del nodo di terra virtuale nei trasduttori radio-elettrici. leggi

  • Il nodo di terra virtuale nelle linee di trasmissione sbilanciate. leggi

  • Il nodo di terra virtuale nelle linee di trasmissione bilanciate. leggi

  • Comportamento a-periodico delle linee di trasmissione bilanciate per segnali radioelettrici in regime di onda progressiva. leggi

  •  Il potere ionizzante della radiazione hertziana (onde radio). leggi
    Inquinamento elettromagnetico, elettrosmog etc. NOTIFICA alla PROCURA DELLA REPUBBLICA presso il Tribunale di Roma. leggi

  • La radiazione hertziana ed il duplice comportamento dei trasduttori radio-elettrici. leggi

  • Sistema capacitivo di TERRA per RF leggi

Gli strumenti da me inventati per le verifiche sperimentali:

  • Circuito radio-elettrico per la soppressione di uno qualsiasi dei rami di un dipolo aperto a 1/2 onda. leggi

  • Antenna radio rice-trasmittente monopolare con terra virtuale e circuito radioelettrico per la sua alimentazione da fonte sbilanciata. leggi

  • Balun con terra virtuale per lo sdoppiamento del dipolo ripiegato a 1/2 onda. leggi

  • Rivelatore passivo di radiazione hertziana a fluorescenza da ionizzazione secondaria. leggi

  • Il balun rosmetrico e' un modello di utilita' basato sul circuito del soppressore del ramo di dipolo.

  • Generatore di nodo di terra virtuale per linee di trasmissione bilanciate. leggi

  • Generatore di nodo di terra virtuale per linee di trasmissione sbilanciate. leggi

  • Apparato per la dimostrazione del comportamento a-periodico delle linee di trasmissione bilanciate per segnali radioelettrici in regime di onda progressiva. leggi

  • Sistema capacitivo di TERRA per RF leggi

Uso criminale della radiazione hertziana. Un affronto all'intelletto umano e contro tutti coloro che hanno contribuito allo sviluppo della Radio per il progresso dell'Umanita'

 

 

Tutti i concetti, metodi, disegni e dispositivi presentati in questo sito internet
sono opere originali di FRANCESCO ERRANTE.
Brevetti & Copyright © 2003- of FRANCESCO ERRANTE.

Questo materiale è protetto dalle leggi sul Diritto d'Autore e sulla proprietá intellettuale.
Riproduzione, anche parziale, consentita solo previo consenso scritto dell'Autore.
La detenzione e l'uso di questi documenti, ottenuti mediante qualsiasi mezzo sia esso elettronico, informatico, telematico, fotografico o meccanico è consentito esclusivamente per uso personale.
Tutti i diritti riservati.

 


All rights reserved. Copyright © 2003- Francesco Errante
www.Radiondistics.com - Tel.(+39) 339.180.1313

Verità per Giulio Regeni

NO VIVISEZIONE.org

Iran doctor tells of Neda's death - BBC News
Neda Agha-Soltan

I side with EMERGENCY!

UK human rights abuse.
A campaign to free Margherita Caminita

ITALY's human rights abuse.
LAMPEDUSA like Guantanamo

Premio Ilaria Alpi - Osservatorio sull'Informazione

Reporters without borders - Reporters sans frontieres